Carceri: Uspp, ennesimo tentativo introdurre droga a Nisida

07 Ottobre , 16:15 (ANSA) - NAPOLI, 7 OTT - Nel pomeriggio di ieri la polizia penitenziaria ha impedito ai familiari di un minorenne detenuto nel carcere minorile napopetano di Nisida di introdurre, al momento dei colloqui e della consegna dei pacchi, droga nel carcere minorile. Lo rende noto Ciro Auricchio, dell'Uspp. "Purtroppo, - prosegue il sindacalista - sempre più spesso accade che siano proprio i prossimi congiunti dei detenuti, anche di quelli minorenni o giovani adulti a rendersi responsabili di tali tentativi illeciti e ciò impone una profonda riflessione da parte di tutte le istituzioni coinvolte sulla necessità di rieducazione quale finalità della pena ed i condizionamenti negativi del contesto familiare ed ambientale, soprattutto in un contesto territoriale come quello di Napoli e provincia". "Un plauso va alla Polizia Penitenziaria del carcere di Nisida - sottolinea Auricchio- che nonostante la carenza di risorse umane e la carenza di strumenti di difesa passiva riesce seppure con sacrificio ad assolvere egregiamente il proprio mandato istituzionale, garantendo l'ordine e la sicurezza nell istituto di Nisida". COM-DLP


Copyright © 2018 USPP - Cod. Fisc. 097393780586 Sede Nazionale - Via Crescenzio, 19 - int. 4 - 00193 Roma - Tel 06 01907734 - Mobile +39 3428095479 - Fax 06 01907730