Carceri: sindacato Uspp, solidarietà ad agenti S.Gimignano

Carceri: sindacato Uspp, solidarietà ad agenti S.Gimignano
 ----------------
19:18 (AGI) - Roma, 2 mar. - “Solidarietà ai colleghi appartenenti al corpo di Polizia penitenziaria protagonisti di una vicenda giudiziaria ancora tutta da chiarire”: ad esprimerla sono i vertici del sindacato di Polizia penitenziaria Uspp in visita oggi al carcere Ranza di San Gimignano, dove 10 agenti sono stati condannati in primo grado per i reati di tortura e lesioni aggravate.  “Siamo fiduciosi sull’esito finale delle fasi successive del processo, oggi solo al primo step - dichiarano il presidente e il vicepresidente dell'Uspp Giuseppe Moretti e Francesco Laura - confidando nella celerità e imparzialità della magistratura tenuta a valutare l’operato di servitori dello Stato che lavorano nel carcere toscano in condizioni di considerevole sotto organico (-38 unità rispetto alle 229 previste dal dm Orlando del 2017) che non risponde alle reali esigenze attestate anche da un recente studio del Dap. Siamo certi che le donne e gli uomini appartenenti al Corpo siano le vere vittime delle disfunzioni stratificate del sistema penitenziario e, tra queste, l’assenza di un modello operativo adeguato a disciplinare gli interventi del personale in occasione di episodi violenti che si verificano all’interno delle carceri".  In particolare, Francesco Laura - che riveste anche il ruolo di responsabile dell’area dirigenziale dell’Uspp - sottolinea “l’importanza della presenza di un comandante di reparto in ogni istituto" e "le difficoltà di gestire situazioni così complicate, come in questo caso, senza uomini, con scarsi mezzi e con un numero elevato di detenuti superiore alla capienza regolamentare".  I rappresentanti del sindacato, ringraziando il leader della Lega Matteo Salvini "che anche oggi con la sua presenza ha rafforzato la sua costante vicinanza alle donne e agli uomini della Polizia penitenziaria", ricordano la visita odierna della ministra della Giustizia Marta Cartabia al Dap e chiedono alla Guardasigilli “misure tangibili per garantire l’incolumità e la dignità lavorative del personale, troppo facilmente esposto al pubblico ludibrio”. (AGI) RED/OLL
----------------
Condiviso da AGI Mobile. Scarica l’app dal Play Store https://play.google.com/store/apps/details?id=it.agi.android.agiproducer

Copyright © 2018 USPP - Cod. Fisc. 097393780586 Sede Nazionale - Via Crescenzio, 19 - int. 4 - 00193 Roma - Tel 06 01907734 - Mobile +39 3428095479 - Fax 06 01907730