CITAZIONI USPP- AGENZIE STAMPA 18 SETTEMBRE 2020

CARCERI: USSP, 'IERI ALTRE DUE AGGRESSIONI, GOVERNO INTERVENGA' Roma, 18 set. - (Adnkronos) - ''Ieri nel carcere di Trapani è avvenuta un'altra aggressione ai danni di due agenti di Polizia Penitenziaria. Un detenuto con problemi di natura psicologica, durante il colloquio con lo psicologo, per motivi ancora non accertati, ha tentato di scagliarsi contro lo stesso psicologo. L'agente addetto alla sorveglianza e un altro agente sopraggiunto prontamente, sono intervenuti per evitare il suo ferimento. Ne è scaturita una violenta colluttazione e i due agenti, malgrado siano riusciti a salvaguardare l'incolumità dello psicologo, hanno riportato contusioni multiple determinando il ricorso alle cure mediche in ospedale''. Lo comunica l'Unione sindacati di polizia penitenziaria. ''Questo - si legge - è l'ennesimo caso di violenza di detenuti con disagi psichici di cui a farne le spese è il personale di Polizia Penitenziaria. Per tale ragione, sollecitiamo il governo ad adottare urgentissime misure atte a risolvere il fenomeno degenerativo, ormai divenuto prassi, che è quello delle aggressioni e, soprattutto, quello dei detenuti con disagi psichici che non dovrebbero essere ristretti in carcere, ma nelle residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza. L'USPP ribadisce la necessità che si dichiari lo stato di emergenza delle carceri che non è più rinviabile''. (Stg/Adnkronos)

Carceri: Uspp, agenti aggrediti a Trapani, stato di emergenza non piu' rinviabile Roma, 18 set - (Nova) - ''Ieri al carcere di Trapani e' avvenuta un'altra aggressione in danno di due agenti di Polizia penitenziaria''. Cosi' l'Unione sindacati di Polizia penitenziaria (Uspp) in una nota. ''Un detenuto con problemi di natura psicologica - prosegue la nota - durante il colloquio con lo psicologo, per motivi ancora non accertati, ha tentato di scagliarsi contro lo stesso psicologo. L'agente addetto alla sorveglianza ed un altro agente sopraggiunto prontamente, sono intervenuti per evitare il suo ferimento. Ne e' scaturita una violenta colluttazione e i due agenti, malgrado siano riusciti a salvaguardare l'incolumita' dello psicologo, hanno riportato contusioni multiple determinando il ricorso alle cure mediche in ospedale. Questo e' l'ennesimo caso di violenza di detenuti con disagi psichici di cui a farne le spese e' il personale di Polizia Penitenziaria. Per tale ragione, sollecitiamo il Governo ad adottare urgentissime misure atte a risolvere il fenomeno degenerativo, ormai divenuto prassi, che e' quello delle aggressioni e, soprattutto, quello dei detenuti con disagi psichici che non dovrebbero essere ristretti in carcere, ma nelle Rems, le residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza''. L'Uspp ribadisce ''la necessita' che si dichiari lo stato di emergenza delle carceri che non e' piu' rinviabile. Ai due colleghi aggrediti auguriamo una pronta guarigione''. (Ren)

Carceri: Uspp, due agenti feriti da un detenuto a Trapani Carceri: Uspp, due agenti feriti da un detenuto a Trapani (ANSA) - TRAPANI, 18 SET - Due agenti di polizia penitenziaria sono stati aggrediti ieri sera nel carcere di Trapani. ''Un detenuto con problemi di natura psicologica, durante il colloquio con lo psicologo, per motivi ancora non accertati, ha tentato di scagliarsi contro di lui. L'agente addetto alla sorveglianza ed un altro agente sopraggiunto prontamente, sono intervenuti per evitare il suo ferimento. Ne e' scaturita una violenta colluttazione e i due agenti, malgrado siano riusciti a salvaguardare l'incolumita' dello psicologo, hanno riportato contusioni multiple determinando il ricorso alle cure mediche in ospedale''. Lo rende noto L'Uspp che ribadisce ''la necessita' che si dichiari lo stato di emergenza delle carceri che non e' piu' rinviabile''. (ANSA). 2020-09-18 16:09 NNNN

 

Nuova aggressione ad agenti penitenziari, due feriti nel carcere di Trapani

PUBBLICATO DA
Redazione

Due agenti di polizia penitenziaria sono stati aggrediti ieri sera nel carcere di Trapani. Lo rende noto il sindacato Uspp, che ribadisce “la necessità che si dichiari lo stato di emergenza delle carceri che non è più rinviabile“.

Un detenuto con problemi di natura psicologica, durante il colloquio con lo psicologo, per motivi ancora non accertati, ha tentato di scagliarsi contro di lui. L’agente addetto alla sorveglianza ed un altro agente sopraggiunto prontamente, sono intervenuti per evitare il suo ferimento“.

Ne è scaturita una violenta colluttazione e i due agenti, malgrado siano riusciti a salvaguardare l’incolumità dello psicologo, hanno riportato contusioni multiple determinando il ricorso alle cure mediche in ospedale“.

 

Copyright © 2018 USPP - Cod. Fisc. 097393780586 Sede Nazionale - Via Crescenzio, 19 - int. 4 - 00193 Roma - Tel 06 01907734 - Mobile +39 3428095479 - Fax 06 01907730