Microtelefoni in cella: Uspp, risposta istanze Procura Auricchio,più efficaci con dotazioni tecnologiche e altri agenti

Risultati immagini per ansa09 Gennaio , 10:31 (ANSA) - NAPOLI, 9 GEN - "La Polizia Penitenziaria sta cercando di dare una risposta efficace ai rilievi sollevati dal procuratore di Napoli Giovanni Melillo durante l'audizione davanti alla Commissione Antimafia della Camera". Così, in una nota, il segretario regionale dell'Uspp, Ciro Auricchio, commenta l' attività di intelligence che ieri ha visto impegnati circa 100 agenti del reparto di polizia penitenziaria di Napoli Secondigliano i quali, nell' arco di un'attività durata 8 ore, hanno sequestrato 5 microcellulari nei reparti di Alta Sicurezza dell'istituto penitenziario, dove sono ristrette persone a cui viene contestata anche l'associazione mafiosa. Ventidue detenuti sono stati sottoposti a esami radiografici, al fine di individuare droga e microtelefoni, occultati nell'apparato intestinale, in alcune strutture ospedaliere di Napoli e provincia. "Sempre maggiormente si avverte la necessita' che - aggiunge Auricchio - l' amministrazione penitenziaria doti la polizia Penitenziaria di strumenti tecnologicamente avanzati con schermature degli istituti per contrastare il fenomeno dell'ingresso dei telefonini in carcere particolarmente rischioso e pericoloso sopratutto se a farne uso sono i detenuti con reati di associazione mafiosa dati i probabili contatti esterni con la criminalità organizzata". L'Uspp chiede anche "adeguate strumentazioni per fronteggiare la minaccia sempre più attuale e diffusa dei droni che sorvolano illecitamente sugli istituti di pena quali veicoli utilizzati per il trasporto di oggetti pericolosi per la sicurezza interna ed esterna, come é avvenuto nel passato nel carcere di Taranto". "Grazie agli sforzi profusi dalla polizia Penitenziaria impiegata in turni massacranti e con scarse risorse, - conclude il sindacalista - si riescono comunque ma a fatica, ad arginare i tentativi fraudolenti, con continui rinvenimenti di telefonini e droga ed inevitabili gravi ripercussioni sull'ordine e la sicurezza, dato tra l'altro come sopra evidenziato l'elevato rischio di contaminazioni con l'esterno". (ANSA).


Copyright © 2018 USPP - Cod. Fisc. 097393780586 Sede Nazionale - Via Crescenzio, 19 - int. 4 - 00193 Roma - Tel 06 01907734 - Mobile +39 3428095479 - Fax 06 01907730